PsicologiaTuristica …essere accoglienti per essere competitivi!

“L’unico vero viaggio

verso la scoperta non consiste

nella ricerca di nuovi paesaggi,

ma nell’avere nuovi occhi!”

Proust

 

 

Area di collocamento:
professione/marketing - sociale/servizi/benessere /territorio

Premessa: La Sicilia definita perla del mediterraneo, non solo per la sua collocazione ma soprattutto perché offre infiniti scenari di bellezza, storia, folklore e risorse di ogni genere. Puntare i riflettori su tutta questa ricchezza e renderla produttiva, specie in questo periodo di forte crisi socio-economica, è un punto cruciale di partenza. Per contribuire alla rinascita del paese anche da un punto di vista turistico, la nostra competenza deve essere determinante. Il TURISMO è un’area di convergenza e di confronto di fenomeni che riguardano l’uomo, le sue esperienze, le sue esigenze, le sue aspettative, l’economia di un paese.

E' un fenomeno complesso e proprio per questo aspetto offre alla psicologia un campo d’indagine proficuo. Dunque applicare la psicologia nel comportamento turistico, applicare cioè, le competenze psicologiche al tempo libero, al viaggio, all’attività turistica in generale Nell’osservazione dei fenomeni sociali attenzionare i processi di marketing, i sistemi di accoglienza, la motivazione della scelta turistica ed infine la soddisfazione del servizio/prodotto è proprio lo spazio che il professionista psicologo deve ritagliarsi.

Ci siamo chiesti

  1. Il territorio ospitante: elementi di comunicazione del territorio
    • Arte e cultura del luogo
    • Agriturismo
    • Termalismo
    • Formazione degli operatori
  2. Il turista italiano o siciliano è ?
  3. Chi è il turista privilegiato oggi?
  4. Che “movimento” c’è oggi?

Primo passo è stato chiamare tutti gli addetti, interloquire con loro ed entrare in relazione con il loro specifico “campo di lavoro”.

Obiettivi generali: Costituire un tavolo tecnico tra gli addetti

Tavolo Tecnico Regionale Psicologia del Turismo

  • Ordine degli Psicologi
  • Coordinatore Psicologo
  • ANCI
  • FIAVET oppure 1 tour operator capofila
  • Assessorato Regionale Sport e Turismo
  • Federalberghi (Associaz Albergatori Italia)
  • ProLoco Regionale
  • Coordinatore dei GAL in Sicilia
  • UFTAA (United Federation of Travel Agents’Associations)

 

Obiettivi specifici:

  • Creare un osservatorio per migliorare la spendibilità turistica della nostra isola.
  • Proporre delle buone prassi
  • Creare spazi lavorativi per psicologi

Gli incontri col tavolo tecnico


Un confronto interdisciplinare

La difficoltà di comunicare tra le parti

L'inefficacia della sinergia tra il pubblico e il privato

Confronto diretto con l'Assessorato Turismo

Argomento primario: il successo della Sicilia sui mercati (naz. e internaz.) e la sua sostenibilità. Cinque potrebbero essere i fattori... di competitività!

... i 5 fattori individuati

  1. le imprese turistiche devono avere le condizioni
  2. è necessario potenziare l'accessibilità ai mercati
  3. la reputazione turistica
  4. diversificazione dei prodotti turistici
  5. la qualità dell'esperienza turistica

Come la psicologia può  intersecarsi in tutto ciò?

Vista la complessità delle questioni e i tempi non ancora del tutto maturi….ci siamo concentrati sull’analisi dei punti 3 -4 - 5

Reputazione turistica

È necessario che un luogo benefici di una buona reputazione turistica…

La Sicilia gode di un’ ottima reputazione per quanto concerne i prodotti legati alla “sicilianità”, quali enogastronomia e i personaggi della Letteratura (*), il fascino del mare e della montagna, dall’altro certamente fare i conti con le percezioni negative legate alla inaffidabilità dei servizi e delle infrastrutture

Diversificare il prodotto

  • È sicuramente opportuno cogliere la domanda di diversificazione di prodotti turistici, in questo la Sicilia potrebbe essere presente (cultura, arte, benessere, scoperta del territorio) ma…la difficoltà o le lacune di molti mercati non riescono a soddisfare questo quesito.
  • Basti pensare al tanto lavoro fatto per ottenere il titolo del “Ficodindia dell’Etna DOP” e poi poco si è fatto per spenderlo!

Qualità dell’esperienza turistica

  • La capacità del sistema di soddisfare le attese del turista.
  • Il pubblico ha lavorato sull’ipotesi di cambiare i comportamenti della libera impresa attraverso marchi e regole (spesso scarsamente riconosciute dal mercato) ….
  • Forse il settore pubblico dovrebbe “dare l’esempio” in due modi….

In primo luogo individuare un sistema di governance che permetta una gestione dei beni culturali e naturali, soprattutto quelli più noti, tale da proporre un modello di fruizione che si ponga alla frontiera degli standard internazionali

  • In secondo luogo riqualificare i luoghi pubblici (il setting) dove si svolge l’esperienza turistica. Le analisi dimostrano che l’incuria e l’abbandono dei centri storici alle strade è uno dei principali punti di debolezza nella percezione della visita.