Che cos’è la Psicologia dello Sport?

La Psicologia dello Sport affronta i processi mentali, emotivi e comportamentali relativi all’esercizio fisico e alla pratica sportiva con l’obiettivo di promuovere il sostegno psicologico ed incrementare il benessere psicofisico dall’infanzia alla terza età.

Inoltre, affronta le problematiche organizzative e di gestione manageriale delle attività sportive; in tal senso, lo psicologo dello sport collabora, oltre che con gli atleti e le squadre, con allenatori, staff tecnico, dirigenti, studenti, insegnati e genitori.

Di che cosa si occupa lo psicologo dello sport?

Si tratta di un professionista che, oltre ad aver conseguito una laurea quinquennale ed essersi iscritto all’Ordine professionale, ha una preparazione teorico-pratica nonché una comprovata esperienza in ambito sportivo. La psicologia dello sport non riguarda, quindi, solo il settore agonistico, ma trova numerose applicazioni.

Perché rivolgersi allo psicologo dello sport?

  • Per promuovere il benessere psicofisico e migliorare la qualità di vita
  • Per potenziare la prestazione sportiva
  • Per gestire lo stress agonistico
  • Per permettere a chiunque pratichi esercizio fisico di viverlo in maniera positiva
  • Per intervenire nella formazione degli allenatori.

“Per ogni individuo, lo sport è fonte di miglioramento interiore”, Pierre de Coubertin