Comments are off for this post

Presidente Giardina impugna bando Villa Sofia-Cervello per counselor

La salute dei cittadini è una cosa seria. Non si possono utilizzare fondi pubblici per sostituire arbitrariamente il professionista psicologo con il cosiddetto counselor, figura professionale non regolamentata e del tutto priva delle competenze necessarie in un settore così delicato e di preminente interesse sociale e sanitario quale la gestione, l’assistenza e l’informazione al paziente con patologie croniche da trattare con cure palliative e alla sua famiglia.
Il presidente Fulvio Giardina, a tutela della salute dei cittadini, aveva diffidato il direttore generale dell’azienda ospedaliera “Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello” di Palermo a espletare un concorso per counselor. Non avendo ricevuta alcuna risposta, ha proceduto a impugnare il bando al TAR Sicilia.

Comments are closed.