Comments are off for this post

Procedura Asp Ragusa per incarichi di collaborazione, Tar accoglie il ricorso dell’Oprs

Con sentenza n.325/2018 il Tar di Catania ha accolto il ricorso proposto dall’Ordine degli Psicologi della Regione Siciliana per l’annullamento dell’avviso con il quale è stata avviata dall’ASP di Ragusa una “procedura selettiva volta al conferimento di 3 incarichi di collaborazione continuata e coordinata a n. 1 Psicologo, n. 1 Psichiatra e n. 1 Personale Tecnico scientifico per definizione POS, mediante comparazione dei curricula professionali e culturali e colloquio, ai sensi N. 01612/2017 REG.RIC. dell’art. 7 comma 6 e 6 bis del Dlgs n.165/2001 e ssmmii, per la realizzazione del progetto “Potenziamento del sistema di prima e seconda accoglienza – Tutela della salute dei richiedenti e protezione internazionale in condizioni di vulnerabilità psicologica anche attraverso il rafforzamento delle competenze istituzionali – “Progetto SILVER – Soluzioni Innovative per la Vulnerabilità ed il Reinserimento sociale dei migranti”. In particolare i Tribunale Amministrativo ha precisato che le prestazioni psicologiche di cui all’art.1 L.56/89 “non potrebbero mai essere erogate da soggetti che non abbiano conseguito l’abilitazione in psicologia mediante l’esame di Stato ed essere iscritto nell’apposito albo professionale”. Dal momento che l’avviso impugnato riteneva  sufficiente il possesso della Laurea triennale in scienze e tecniche psicologiche per ricoprire l’incarico di collaborazione da conferire ad uno psicologo, il Collegio adito ha dichiarato illegittimo ed annullato “in quanto da dichiararsi addirittura nullo per impossibilità dell’oggetto” il provvedimento impugnato.

sentenza

Comments are closed.