No comments yet

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA

Convenzione Banca Nuova

L’anno duemiquattordici il giorno ventidue del mese di maggio, in Palermo nella sede di Banca Nuova S.p.A., sita in Via Giacomo Cwsmano n. 56, con la presente scrittura privata da valere a tutti gli effetti di legge

TRA

L’Ordine Psicologi regione Sicilia, in seguito indicato, per brevità, semplicemente con le parole “Ordine”, C.F 93049930873 con sede in Palermo, Viale Francesco Scaduto n. 10/B, in persona del Presidente Dott. Fulvio Giardina nato a Siracusa (SR) il 19/12/1949, C.F. GRD FLV 49T 191 754 G rappresentante legale dell’Ordine, domiciliato per la carica presso la sede del predetto Ordine,

E

L’Istituto di credito “Banca Nuova S.p.A.”, in seguito denominato Banca, con sede sociale in Palermo- via G. Cusmano 56, (capitale sociale € 206.300.000,00) interamente versato, iscritta al registro delle imprese presso la Camera di Commercio di Palermo, codice fiscale e partita iva 05940510828, società appartenente al Gruppo Banca Popolare di Vicenza, iscritta al n. 5731 dell’Albo delle Banche e dei Gruppi Bancari ed al R.E.A. di Palermo al n. 288470, rappresentata dal Dott. Umberto Seretti, nato a Milano il 20/02/1959 CF: SRT MRT 59B 20F 205 A, nella qualità di Direttore Generale, giusta delibera 14/06/2012, domiciliato per la carica in Palermo, si conviene e si stipula quanto segue:

ART.1

(affidamento del servizio di cassa)

1) L’Ordine affida con la presente convenzione, il proprio servizio di cassa alla Banca che lo svolge presso l’Agenzia di Palermo Piazza Strauss (Filiale 784), nel rispetto nel normale orario di apertura al pubblico degli sportelli della Banca, riservando al personale preposto del Ordine delle corsie preferenziali.

2) Il servizio può essere dislocato in altro luogo solo previo specifico accordo con l’Ordine.

3) Il servizio di cassa, che ha inizio dal 01.06.2014 viene svolto in conformità e ai patti stipulati con la presente convenzione.

4) La gestione finanziaria dell’Ordine ha inizio il 1• Gennaio e termina il 31 Dicembre di
ciascun anno.

ART.2

(oggetto della convenzione)

1) Il servizio di cassa consiste nel complesso di operazioni legate alla gestione finanziaria
dell’Ordine e finalizzate, in particolare, alla riscossione delle entrate e al pagamento delle
spese facenti capo all’Ordine medesimo e dallo stesso ordinate con l’osservanza delle
norme di Legge, del Regolamento per l’amministrazione e la contabilità approvato con
delibera Consiglio del 30/10/2008 e di quelle contenute negli articoli che seguono,
nonché alla custodia e all’amministrazione di titoli e valori di cui al successivo art. 9.

2) Al fine di consentire l’interscambio dei dati e della documentazione relativi alla
gestione del servizio, lo stesso viene gestito con metodologie e criteri informatici e, ove possibile, con collegamento diretto tra il servizio finanziario dell’Ordine e la Banca.

3) L’esazione è pura e semplice, ossia, si intende fatta senza l’onere del “non riscosso per riscosso” e senza l’obbligo di esecuzione contro i debitori morosi da parte del Cassiere, il quale non è tenuto ad intimare atti legali o richieste, restando sempre a cùra ed a carico dell’Ordine ogni azione legale o amministrativa per ottenere l’incasso

ART.3

(riscossioni)

1) Le entrate sono riscosse dalla Banca mediante reversali di incasso emesse dall’ Ordine su modelli appositamente predisposti, numerati progressivamente ad anno finanziario e firmati dal Presidente e/o dal Tesoriere.

2) Le reversali devono contenere: la denominazione dell’ Ordine; l’indicazione del debitore; la somma da riscuotere in cifre ed in lettere; la causale del versamento; il numero progressivo dell’ordinativo per Esercizio Finanziario; l’Esercizio Finanziario con relativa indicazione del capitolo ed articolo di bilancio, la data di emissione e le firme.

3) La Banca deve accettare, anche senza autorizzazione dell’ Ordine, le somme che i terzi intendono versare, a qualsiasi titolo e causa, a favore dell’ Ordine, rilasciando ricevuta contenente l’indicazione della causale del versamento nonché la clausola “salvi i diritti del Ordine”. Tali incassi sono segnalati tempestivamente all’Ordine stesso, con specifica carta contabile o comunicazione dell’Istituto cassiere.

4) La Banca documenta l’avvenuto incasso e l’accreditamento delle somme riscosse sul conto corrente dell’ Ordine apponendo regolare dichiarazione/timbratura sulle reversali. A fronte dell’incasso la Banca rilascia in luogo e vece del Ordine regolari quietanze numerate in ordine cronologico per Esercizio Finanziario, compilate anche con procedure informatiche e modelli meccanizzati.

5) Per tutte le riscossioni, la Banca resta impegnata per la valuta secondo il seguente criterio: giorno successivo alle operazioni di riscossioni o accredito.

6) La Banca non è tenuta ad accettare versamenti a mezzo di assegni di conto corrente bancario e postale nonché di assegni circolari non intestati alla Banca o all’Ordine.

7) Le eventuali reversali rimaste inestinte alla fine dell’Esercizio sono restituite al Ordine per l’annullamento.

ART.4

(pagamenti)

1) l pagamenti- fermo restando il disposto del successivo art.S- sono effettuati dalla Banca in base a mandati di pagamento, individuali o collettivi, emessi dall’Ordine su modelli appositamente predisposti, numerati progressivamente per Esercizio e firmati dalle stesse persone di cui al comma 1 del precedente art.3.

2) l mandati di pagamento devono contenere: la denominazione dall’Ordine; la numerazione progressiva; l’indicazione del creditore o dei creditori o di chi per loro è legalmente autorizzato a rilasciare quietanza con relativo indirizzo, Codice Fiscale o Partita lva e, in caso di mandati a favore di società o ditte, deve essere indicata la persona fisica legalmente autorizzata a riscuotere ed a rilasciare quietanza; l’ammontare espresso in euro della somma – in cifre e in lettere – da pagare; la causale del pagamento; l’Esercizio Finanziario e la data di emissione; l’eventuale indicazione della modalità agevolativa di pagamento prescelta dal beneficiario con i relativi estremi, nel rispetto della legge sulla tracciabilità dei flussi finanziari; la data – nel caso di pagamenti a scadenza fissa il cui mancato rispetto comporti penalità- entro la quale il pagamento deve essere eseguito.

3) l mandati sono ammessi al pagamento, di norma, il primo giorno lavorativo bancabile successivo a quello della consegna alla Banca. In caso di pagamenti da eseguirsi in termine fisso, indicato dal Ordine sull’ordinativo, l’Ordine medesimo deve consegnare i mandati entro e non oltre il secondo giorno lavorativo bancabile precedente alla scadenza.

4) La Banca non deve dar corso al pagamento di mandati che risultino irregolari, ovvero privi di uno qualsiasi degli elementi sopra elencati, non sottoscritti dalle persone a ciò tenute, o che presentino abrasioni o cancellature nell’indicazione della somma o del nome del creditore o discordanze tra la somma scritta in lettere e quella scritta in cifre. E’ ammessa la convalida delle correzioni con timbro e firma delle stesse persone che hanno firmato il titolo.

5) La Banca è esonerata da qualsiasi responsabilità per ritardo o danno conseguenti a difetto di individuazione od ubicazione del creditore, qualora ciò sia dipeso da errore o incompletezza dei dati evidenziati dell’ Ordine sul mandato.

6) A comprova dei pagamenti effettuati secondo l’ordine fornito dell’Ordine, la Banca raccoglie sul mandato o vi allega la quietanza del creditore ovvero provvede ad annotare gli estremi delle operazioni effettuate, apponendo il timbro “Pagato”. In alternativa ed ai medesimi effetti, la Banca provvede ad annotare gli estremi del pagamento effettuato su documentazione meccanografica, da consegnare all’Ordine con cadenza bimestrale. Su richiesta dall’Ordine la Banca fornisce gli estremi di qualsiasi pagamento eseguito, nonché la relativa prova documentale.

7) Per i mandati di pagamento estinti a mezzo assegno circolare, l’ Ordine è liberato dall’obbligazione nel momento dell’addebito dell’importo sul conto corrente bancario o postale.

8) E’ vietato il pagamento di mandati emessi a favore del personale dall’ Ordine con quietanza dello stesso ad eccezione di quelli relativi a emolumenti a qualsiasi titolo spettanti al personale medesimo e di quelli emessi a favore del Cassiere Economo per il fondo economato.

9) L’estinzione dei mandati ha luogo nel rispetto della legge e secondo le indicazioni fornite dall’ Ordine (bonifico bancario, assegno non trasferibile, contanti ecc.) con assunzione di responsabilità da parte della Banca che ne risponde con tutte le proprie attività e con il proprio patrimonio nei confronti sia dall’ Ordine sia dei terzi creditori in ordine alla regolarità delle operazioni di pagamento eseguite.

10) L’Ordine si impegna a non consegnare mandati alla Banca oltre la data del15/16 Dicembre, ad eccezione di quelli relativi a spese non note a tale data ed aventi scadenza perentoria entro il 31 Dicembre e di quelli relativi agli emolumenti spettanti a personale dipendente e ai collaboratori.

11) l mandati interamente o parzialmente non estinti alla data del 31 Dicembre saranno restituiti all’Ordine per il trasporto a nuovo Esercizio.

ART.S

(rimborsi e spese di gestione)

l servizi di cui alla presente convenzione saranno svolti gratuitamente dal cassiere senza alcun compenso. Il Cassiere avrà diritto esclusivamente al rimborso delle spese per i bolli di quietanza a carico dell’Ordine, purchè idoneamente documentate.

ART.6

(limiti di pagamento)

l pagamenti sono effettuati dalla Banca nei limiti dell’effettiva giacenza di cassa dell’Ordine. Quest’ultimo è, quindi, obbligato ad accertarsi, prima dell’invio al cassiere dei titoli di spesa, che l’ammontare dei medesimi non superi dette disponibilità. Conseguentemente gli ordinativi di pagamento, tratti in eccedenza ai suddetti limiti, saranno restituiti dal Cassiere.

ART.?

(firme e trattamento dati personali)

1) L’ Ordine trasmette alla Banca le firme autografe con le generalità delle persone autorizzate a firmare gli ordini di riscossione e di pagamento impegnandosi a comunicare tempestivamente le eventuali variazioni in seguito ad intervenute modifiche nei poteri.

2) Resta inteso che ai fini della legge 31 Dicembre 1996 n.675 (legge sulla privacy) le eventuali incombenze relative al trattamento dati personali da parte di soggetti terzi, con i quali la Banca viene in contatto nello svolgimento del servizio di cui alla presente convenzione, sono espletate dal Ordine. l dati trattati da entrambi i contraenti saranno finalizzati alla presente convenzione nel rispetto delle norme contenute nel Decreto Legislativo n. 196/2003.

ART.8

(trasmissione di atti e documenti)

1) Gli ordini di pagamento e quelli di riscossione sono trasmessi dal Ordine alla Banca accompagnati da distinta, in doppio esemplare, uno dei quali viene restituito al Ordine firmato per ricevuta. Tali distinte saranno numerate progressivamente ad Esercizio Finanziario.

2) La Banca salvo diverse pattuizioni, invia alla fine di ogni trimestre all’Ordine le reversali di incasso e gli ordini di pagamento (mandati) relativi alle operazioni eseguite nel periodo di riferimento.

3) Almeno trimestralmente la Banca invia l’estratto del conto corrente o documento equipollente, corredato del tabulato riportante analiticamente i dati identificativi di tutte le operazioni di pagamento effettuate nel periodo considerato e gli estremi

4) della relativa quietanza nonchè la capitalizzazione degli interessi trimestrali maturati.

5) l mandati collettivi e quelli relativi a pagamenti da eseguirsi fuori piazza saranno restituiti, con le modalità predette, all’ Ordine dopo la loro totale estinzione e quando saranno corredati dalle relative quietanze.

6) A chiusura di ciascun anno, ovvero alla scadenza stabilita tra le parti, la Banca trasmetterà all’Ordine anche il foglio dell’estratto conto regolato per capitale e interesse.

7) L’Ordine è tenuto a verificare gli estratti conto trasmessi, segnalando, per iscritto tempestivamente e, comunque non oltre 60 giorni dalla data di ricevimento degli stessi, le eventuali opposizioni. Decorso tale termine i documenti in questione si considerano approvati.

ART.9

(amministrazione dei titoli e valori)

1) La Banca assume gratuitamente in custodia e amministrazione, previa delibera del Consiglio dell’ Ordine, i titoli ed i valori di proprietà della stessa, che vengono immessi in deposito amministrato secondo le condizioni riservate dalla Banca alla migliore clientela.

2) La Banca custodisce, altresì, i titoli e i valori depositati da terzi per cauzione a favore dell’ Ordine. La Banca si obbliga a non procedere alla restituzione dei titoli stessi senza regolare autorizzazione dell’Ordine medesimo.

ART.10

(verifiche)

1) L’Ordine ha diritto di procedere a verifiche di cassa e dei valori dati in carico, ogni qual volta lo ritenga necessario ed opportuno. La Banca deve esibire, ad ogni richiesta, i registri, i bollettari e tutte le carte contabili relative alla gestione anche in formato meccanografico o elettronico.

2) Gli incaricati della funzione di revisione economico- finanziaria del Ordine hanno accesso ai documenti relativi alla gestione del servizio di cassa. Di conseguenza, previa comunicazione da parte dell’Ordine dei nominativi dei suddetti revisori, questi ultimi possono effettuare sopralluoghi presso gli uffici ove si svolge il servizio di cassa.

ART.11

(tassi d’interesse e contributi)

1) tasso di interesse attivo per la remunerazione delle giacenze di Cassa: Euribor tre mesi, base 365 gg, aumentato di 100 b.p.(cento/00); per eventuali eccessi di liquidità la Banca è disponibile ad offrire prodotti alle migliori condizioni di mercato per esempio t ime depositi per spazi temporali fino a 18 mesi;

2) collegamenti telematici per il servizio di cassa con firma digitale e relativa formazione del personale: la Banca è disponibile a fornire in forma gratuita all’Ordine gli applicativi per l’adozione dell’Ordinativo informatico con relativa formazione del personale addetto;

3) costo trasmissione MAV bancari/postali: Predisposizione di un MAV per ciascun iscritto all’ordine: Euro 1,90 (unovirgolanovanta/00) cadauno, resta inteso che i MAV possono essere pagati presso il sistema bancario quindi escluso il pagamento presso gli Uffici Postali; la Banca è disponibile ad installare n. 1 POS, con spese ed oneri a carico Istituto cassiere, per pagamenti on line presso la sede dell’Ordine; la Banca si impegna a rilasciare n. 2 carte di credito, senza spese, alle persone facultate dell’Ordine; la Banca si impegna a rilasciare il servizio @-time Enti con funzioni consultive per l’accesso diretto agli archivi del c/c di tesoreria nonché per svolgere eventuali funzioni telematiche; f 4) addebito della commissione bancaria sui pagamenti a carico dei beneficiari (fornitori) dei mandati che scelgono come modalità di riscossione l’accredito in c/c bancario a loro intestato presso Istituti diversi dal Cassiere: € O (zero);

5) eventuale sponsorizzazione: la Banca si impegna ad erogare annualmente un contributo pari ad €.2.900,00 (duemilanovecento/00) per Vs finalità istituzionali/culturali

ART.12

(compenso e spese di gestione)

1) Per il servmo di cui alla presente convenzione non spetta alla Banca compenso

2) alcuno per la tenuta conto, per le operazioni su conto corrente nonchè per tutti i bonifici sia in entrata che in uscita.

3) La Banca potrà essere rimborsata soltanto dell’imposta di bollo, delle spese postali per l’esecuzione dei pagamenti in conto corrente postale, delle tasse postali relative al prelievo dal conto corrente postale e degli eventuali oneri fiscali.

ART.13

(durata della convenzione)

1) La presente convenzione ha la durata di anni 3 a decorrere dal 01/06/2014. E’ espressamente escluso il tacito rinnovo della presente convenzione. Ove l’individuazione del nuovo affidatario non avvenga entro i termini di scadenza contrattuale, è fatto obbligo all’Istituto Cassiere di proseguire il servizio, alle medesime condizioni, per un periodo massimo di mesi sei.

ART.14

(registrazione della convenzione)

1) La presente convenzione, si intende impegnativa per le parti successivamente all’avvenuta approvazione da parte del Consiglio dell’ Ordine ed è soggetta alla registrazione solo “in caso d’uso” (agli effetti della registrazione si applica il combinato disposto di cui agli articoli 5 e 40 del D.P.R. n. 131/1986 ).

2) Le eventuali spese di stipulazione della presente convenzione ed ogni altra conseguente sono a carico della Banca.

ART.15

(modifiche)

1) La presente convenzione potrà essere modificata in caso di emanazione di nuove disposizioni normative o di aggiornamenti della regolamentazione contabile dell’Ordine.

2) L’Istituto cassiere fornisce gratuitamente all’Ordine adeguato sistema informatico per gli adempimenti legati ai modelli F24, ai fini del pagamento direttamente all’Agenzia delle Entrate delle ritenute di legge previste.

ART.16

(rinvio, controversie e domicilio delle parti)

1) Per gli effetti della presente convenzione e per tutte le conseguenze dalla medesima derivanti, l’Ordine e la Banca eleggono il proprio domicilio presso le rispettive sedi come di seguito indicato:

a) per l’Ordine: Viale Francesco Scaduto,10B- Palermo;

b) per la Banca Nuova S.p.A.: Via G. Cusmano,56- Palermo;

c) per quanto non previsto dalla presente convenzione, si fa rinvio alla Legge ed Regolamenti che disciplinano la materia.

d) per ogni controversia che dovesse sorgere nell’applicazione del presente contratto il Foro Competente deve intendersi quello di Palermo.

e) E’ esclusa ogni competenza arbitrale.

Letto, confermato e sottoscritto.

Palermo, lì 22/05/2014

DOWNLOAD Versione Ufficiale

Post a comment