Comments are off for this post

Neurorimodulazione non invasiva e mindfullness tra gli argomenti della Giornata del benessere

Con gli stimoli giusti il cervello può fare passi da gigante verso il benessere cognitivo. Per raggiungere l’obiettivo, Massimiliano Oliveri, professore ordinario di Psicobiologia e Psicologia Fisiologica dell’università di Palermo, mette in campo acidi grassi insaturi, alcune spezie e il cioccolato. Questi alimenti  sono riferibili a effetti di neuromodulazione, con modificazione della plasticità cerebrale ed effetti neuroprotettivi a medio-lungo termine. “La stessa logica – dice Oliveri – riguarda gli effetti protettivi dell’attività fisica, la quale oltre ai benefici di natura cardiovascolare, esercita in alcuni casi effetti di potenziamento specifico su alcune funzioni cognitive. Effetti plastici sul cervello con promozione del benessere neuropsicologico sono favoriti inoltre da strumenti indossabili che monitorano alcuni parametri neurofisiologici esercitando un’azione di feedback positivo sul cervello, o dai cosiddetti ‘serious games’, videogiochi costruiti appositamente per potenziare specifiche funzioni cognitive”.

Della promozione del benessere cognitivo e fisico Oliveri parlerà nel suo intervento al convegno “Giornata del benessere psicologico – Tutto passa dalla mente” che si svolgerà a Palermo venerdì prossimo ai Cantieri culturali della Zisa, nell’ambito della seconda edizione della campagna Giornata Nazionale della Psicologia, promossa dal Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi, in concomitanza alla Giornata mondiale della salute mentale.

Il convengo sarà chiuso da Simone Cheli, docente dell’università di Firenze, che parlerà dai risultati raggiunti dalla “Mindfullness”. “Nel corso degli ultimi 15 anni gli interventi clinici basati sulla Mindfulness – spiega – hanno assunto un ruolo egemone all’interno della moderna psicoterapia e medicina comportamentale. Nati negli anni Ottanta come programmi per la gestione del dolore cronico all’interno del Massachusetts Hospital, sono oggi così diffusi da venir sovente considerati una moda priva di basi scientifiche. Pur non essendo certo la panacea di tutti i mali, quella che oggi chiamiamo Mindfulness Clinica rappresenta uno degli approcci terapeutici  (specialmente in seno alle terapie cognitivo comportamentali) con il maggior numero di studi di efficacia a suo favore. In particolare nella gestione di criticità quali la depressione persistente e l’adattamento ad una diagnosi oncologica sono dei veri e propri gold-standard”.

La Giornata del benessere psicologico proseguirà sabato 14 ottobre con la “Passeggiata tra cultura e benessere” che partirà alle 9 da piazza Verdi per raggiungere Palazzo Reale, con una guida che spiegherà i monumenti e le storie che rendono così ricca di cultura e colorita la città. A illustrare l’importanza della salute mentale saranno gli “Psicologi in Piazza”: un’iniziativa che vuole coinvolgere il pubblico facendogli conoscere le attività svolte dalle associazioni che hanno aderito e che avranno a disposizione uno stand a piazza Verdi, in pieno centro di Palermo.

 

 

Comments are closed.