Special event – Webinar (secondo incontro) – Understanding and treating complex trauma-related dissociation
Luogo: Zoom
Data: 12 Aprile 2021
Orario: 18:00 - 19:30

Understanding and treating complex trauma-related dissociation

Comprendere e trattare la dissociazione da trauma complesso

Secondo incontro

Basata su ampi studi clinici e studi storici, ispirati in particolare dal lavoro pionieristico di Pierre Janet, la teoria della dissociazione strutturale della personalità, sviluppata dal relatore e dai suoi colleghi, è un tentativo collaborativo di dare un senso a ciò che accade alle persone quando sono traumatizzate e rimangono tali. La teoria sostiene che le esperienze traumatiche siano fallimenti integrativi, o piuttosto azioni integrative sostitutive di ordine inferiore, che si traducono in una divisione della personalità del sopravvissuto, cioè del sistema biopsicosociale dinamico nel suo insieme che determina le caratteristiche azioni mentali e comportamentali di un individuo. Questa divisione include due o più sottosistemi non sufficientemente integrati, chiamati parti dissociative della personalità (noti anche come stati del sé). Alcuni di loro esercitano funzioni legate agli obiettivi nella vita quotidiana; altri sono bloccati in esperienze traumatiche e implicano fallimenti difensivi, cioè contengono i ricordi traumatici del sopravvissuto. Quanto più grave è la traumatizzazione e quanto prima è iniziata, tanto più ci si può aspettare che esistano parti dissociative, che coinvolgono disturbi dissociativi più complessi correlati al trauma.

Il trattamento suddiviso in fasi, previsto per la terapia dei pazienti con disturbi dissociativi causati da traumi complessi, ne prevede tre: (1) stabilizzazione, riduzione dei sintomi e formazione di competenze; (2) trattamento dei ricordi traumatici; e (3) (re)integrazione e riabilitazione della personalità. L’intero trattamento comporta l’aumento dell’adattabilità e della capacità integrativa del paziente, cioè l’aumento della salute mentale. Già indicato da Janet, il trattamento suddiviso in fase mira a superare sistematicamente un gran numero di fobie che mantengono la dissociazione della personalità e quindi un funzionamento non ottimale.

Questa struttura del trattamento prende la forma di una spirale, all’interno della quale le diverse fasi di esso possono essere alternate a seconda delle esigenze dei pazienti e della complessità della loro dissociazione. In questo webinar si presterà particolare attenzione alla sfida di aiutare le parti dissociative a superare la fobia l’una dell’altra e diventare più collaborative. Questa è una parte necessaria della preparazione per il lavoro della fase 2: l’integrazione (“elaborazione”) di ricordi traumatici, che altrimenti potrebbero produrre risultati disastrosi.

 

Informazioni utili per gli iscritti al webinar

Il webinar prevederà la traduzione simultanea ad opera di un’interprete.

Per ascoltare la traduzione durante il webinar dovrete cliccare su “Interpretazione” in corrispondenza dell’icona con il mappamondo e selezionare la lingua desiderata. L’impostazione “Silenzia l’audio originale” consente di attivare o disattivare la sovrapposizione della traduzione sull’audio originale. Può essere consigliabile disattivare questa funzione, silenziando cioè l’audio originale, per evitare l’affaticamento che potrebbe derivare dal risuonare di entrambe le voci, quella dell’oratore e quella sovrapposta dell’interprete.

La funzione di interpretazione è disponibile solo per le versioni 4.5.0 di Zoom. Suggeriamo pertanto di verificare che la versione del programma installata sul vostro device sia la più recente.

Prof. Dr. Onno van der Hart
Relatore:

Prof. Dr. Onno van der Hart

È Professore Emerito di Psicopatologia della Traumatizzazione Cronica presso l’Università di Utrecht (Olanda). Fino al 2017 ha svolto attività come psicologo e psicoterapeuta ad Amstelveen (Olanda). È stato Presidente della International Society for  the Study of Traumatic Stress (ISSTS). Allievo di Janet e referente a livello internazionale  per il trattamento del disturbo dissociativo da trauma complesso. È coautore di molti scritti: Van der Hart, O., Nijenhuis, E.R.S., & Steele, K. (2011). Fantasmi nel sé: Trauma e trattamento della dissociazione strutturale. Milano: R. Cortina. [Italian edition of: The haunted self: Structural dissociation and the treatment of chronic traumatization. New York:  Norton, 2006]; Boon, S., Steele, K., & Van der Hart, O. (2013). La dissociazione traumatica: Comprenderla e affrontarla. Milan: Mimesis. [Italian edition of Coping with trauma-related dissociation: Skills training for patients and therapists. New York: Norton, 2011]; Steele, K., Boon, S., & Van der Hart, O. (2018). La cura della dissociazone traumatica: Un approccio pratico e integrativo. Milano: Mimesis Edizione. [Italian edition of Treating trauma-related dissociation: A practical, integrative approach. New York: Norton, 2017];  Craparo, G., Ortu, F., & Van der Hart, O. (Eds.)(2020). Riscoprire Pierre Janet: Trauma, dissociazione e nuovi contesti per la psicoanalisi. Milano: FrancoAngeli. [Italian edition of: Rediscovering Pierre Janet: Trauma, dissociation, and a new context for psychoanalysis. New York: Routledge, 2019].