Le persone in arrivo sulle nostre coste attraverso sbarchi spontanei o a seguito di operazioni di recupero e salvataggio portano con sé un bagaglio esperienziale segnato da prigionia, traffico e tratta, traumi intenzionali ripetuti, tortura, lutti e separazioni. La loro presa in carico, conseguentemente, necessita di un bagaglio strutturato di competenze per l’intervento in contesti emergenziali e per la presa in carico dei traumi complessi, con la necessità di rivolgere attenzione allo sviluppo di competenze e servizi per una presa in carico anche di lungo periodo. Alla luce di ciò il Gruppo di Lavoro intende avviare una ricognizione di normative, sentenze, letteratura nazione e internazionale oltre che di strumenti e metodologie da mettere a disposizione, un’ottica professionalizzante, agli iscritti tramite il sito dell’Ordine. Si intende realizzare, inoltre, giornate di studio e seminari parallelamente all’avvio di tavoli tecnici con gli attori istituzionali strategici per l’area dell’etnopsicologia.

Coordinatore: Gandolfa Cascio
Componenti: Alfano Pietro, Messina Antonella, Monti Maria Chiara, Moschella Oriana, Pagliazzo Stefania, Ponente Valeria, Russo Ester, Todaro Oriana Maria, Vinci Sebastiano