Le politiche attive del lavoro mettono al centro le persone, nell’ottica della acquisizione di consapevolezza e responsabilità circa il percorso educativo, formativo e lavorativo di ognuno. Risulta strategico per la nostra categoria essere presenti in questo ambito come grande opportunità professionale, dialogando con istituzioni e stakeholder interessati al tema delle politiche attive (scuole, mondo della formazione, mondo del lavoro, servizi sociali, ecc.) per valorizzare l’importanza del contributo che la psicologia può apportare nell’interesse di tutta la collettività. Il Gruppo di Lavoro procederà con l’analisi della letteratura scientifica e delle esperienze nazionali/internazionali di buone prassi, delle metodologie e dei protocolli di intervento in materia di politiche attive del lavoro per procedere con la costituzione di un tavolo tecnico interistituzionale finalizzato all’elaborazione di buone prassi in materia. Sarà possibile in questo modo promuovere, a diversi livelli istituzionali e operativi, il ruolo della psicologia e le competenze degli psicologi e delle psicologhe in tutte le fasi di progettazione, sviluppo, implementazione e valutazione delle politiche attive del lavoro, mettendo l’Ordine degli Psicologi della Regione Siciliana in condizione di fornire agli interlocutori istituzionali expertise e competenze per collaborare all’ideazione di leggi, norme, bandi, circolari e per la progettazione di interventi in materia.

Coordinatore: Iacono Quarantino Pietro
Componenti: Cannia Francesco, Cicero Lavinia, Ferrara Rosaria, Pace Francesco, Scuzzarella Angelo