“La relazione come terapia. Una rilettura sistemica di concetti, modelli e strumenti” di C. Panebianco, L. Manganaro, P. Siracusano
Recensioni | Novembre 2022
Autore: Calogero Lo Piccolo

Bisognerebbe partire dall’ultima frase del libro per poterne parlare meglio, ma sarebbe forse uno spoiler di troppo.
Descrittivamente, un testo che si occupa di una rilettura di concetti, modelli e strumenti dal punto di vista sistemico, come affermato nel sottotitolo.
E che lo fa attraverso 6 capitoli suddivisi per precisi argomenti, in modo molto didattico.
E qui sta la prima particolarità del testo in questione. In modo molto inusuale oggi nella letteratura scientifica, nulla viene dato per scontato, al punto che il primo capitolo è dedicato alla descrizione della teoria dei sistemi, il secondo alla diagnosi relazionale, partendo però dal significato del termine diagnosi e così via con gli altri capitoli e gli argomenti trattati. Un metodo di scrittura che sembra già una dichiarazione di intenti ben precisa: non soltanto gli interlocutori cui si rivolge non necessariamente sono addetti ai lavori, e se lo sono sembrano essere i professionisti più giovani in formazione, ma anche uno scrivere come atto di cura verso il lettore cui, appunto, non vengono richiesti necessariamente troppi requisiti in termini di conoscenza pregressa.
Il linguaggio utilizzato è quindi molto puntuale e competente, ma di immediata fruizione allo stesso tempo.
E questo è uno dei pregi del testo.
Ciò non implica però che sia un testo semplice, in quanto la complessità la si ritrova non soltanto nei contenuti teorici e clinici, ma anche nella struttura narrativa.
Dal punto di vista teorico, il focus della proposta verte sul concetto di relazione, e di relazione terapeutica in particolare, come un Processo di Reciproco Adattamento (PRA), come presupposto ineludibile per l’attivazione di un Processo di Reciproco Cambiamento.
Che in buona sostanza implica che nessun cambiamento sia possibile nel paziente se non accade un cambiamento anche nel terapeuta.
Attraverso quali meccanismi, sistemi in gioco e processi questo sia possibile è ampiamente illustrato nel testo stesso.
Ma il tessuto del testo si intreccia anche con l’esposizione dettagliata di una serie di casi clinici, la cui narrazione si intreccia a sua volta con la narrazione dei vissuti personali degli autori, non soltanto i vissuti da terapeuti, ma i vissuti privati che, anche se il più delle volte facciamo finta di ignorarlo, sono pur sempre il materiale più prezioso cui ricorriamo dentro le stanze di terapia.


C. Panebianco, L. Manganaro, P. Siracusano, La relazione come terapia. Una rilettura sistemica di concetti, modelli e strumenti
Alpes, 2022